CARTELLONE MODUS 2018/19

Modus

Piazza Orti d Spagna

La Stagione Culturale 2018/19 può essere certamente definita grandiosa e di primaria importanza, che pone modus tra le realtà più vivaci del territorio.

Si tratta di un nutrito Cartellone costituito da oltre 100 serate, distribuite da fine settembre a fine aprile, articolate in una penetrante diversificazione di PERCORSI con nomi di primaria importanza a livello nazionale (tra cui Ilaria Drago, Abbondanza-Bertoni, Marta Dalla Via, Marta Cuscunà, Claudia Contin, Lucilla Giagnoni, Marina Senesi e altri), che vede coinvolti diversi Enti e istituzioni del territorio co-organizzatori.

– T-DONNA: spettacoli, film e conferenze sulla figura della donna (con Ass.Pari Opportunità Comune di Verona)
– POTENZE: spettacoli con attori con disabilità fisiche e psichiche (con Ass.Serv.Sociali Comune di Verona)
– RIDERE FA BENE AGLI ADDOMINALI: rassegna di spettacoli brillanti ma pur sempre di contenuto
– IO PIGRO, TU EMIGRI, EGLI EMIRA: teatro, danza e musica dal mondo
– TEATRO D’ALTRO: proposte e debutti di casa e d’altrove
– CINEBIMBI: film domenicali per bambini e ragazzi (con 1^ Circoscriz.Comune di Verona)
– CINE&PSI: percorso di film su aspetti psicanalitici, con dibattito a seguire condotto da psicologi
– GREAT ACOUSTICS: concerti con alcuni importanti nomi del panorama locale e nazionale
– LA MUSICA RACCONTATA: ciclo di lezioni-concerto su epoche e grandi interpreti (con Enrico De Angelis)

Vi sono inoltre altri spettacoli ed eventi singoli.

Si rimanda al sito www.modusverona.it per il dettaglio delle date e presentazione degli spettacoli ed eventi

ven 15 Mar

ore 21:15

Modus, Verona
- Salva su Google Calendar

dom 17 Mar

ore 18:00

Modus, Verona
- Salva su Google Calendar

mer 20 Mar

ore 21:00

Modus, Verona
- Salva su Google Calendar

ven 22 Mar

ore 21:15

Modus, Verona
- Salva su Google Calendar

sab 23 Mar

ore 21:15

Modus, Verona
- Salva su Google Calendar

dom 24 Mar

ore 18:00

Modus, Verona
- Salva su Google Calendar

mer 27 Mar

ore 21:00

Modus, Verona
- Salva su Google Calendar

gio 28 Mar

ore 21:00

Modus, Verona
- Salva su Google Calendar

ven 29 Mar

ore 21:15

Modus, Verona
- Salva su Google Calendar

sab 30 Mar

ore 21:15

Modus, Verona
- Salva su Google Calendar

dom 31 Mar

ore 18:00

Modus, Verona
- Salva su Google Calendar

Teatro Impiria di Verona

BON MARIAGE
(Commedia illuministica sul matrimonio fronte e retro)


liberamente ispirato a diverse opere teatrali e filosofiche
di Andrea Castelletti
con Michele Vigilante, Walter Peraro, Chiara Rigo, Alessia Antinori, Valentina Stevan, Elena Perego
costumi Laura Consolini, parrucche Anna Penazzo
scene Andrea Castelletti e Antonio Canteri
realizzate con gli studenti del Liceo Artistico Boccioni Nani in alternanza scuola-lavoro
regia Laura Murari e Andrea Castelletti

NUOVO SPETTACOLO - DEBUTTO 15-31 MARZO


Un classico vaudeville in costume basato sul pensiero dei più grandi filosofi, dagli antichi ai giorni nostri, per sorridere su uno dei comportamenti più farseschi dell’uomo. Un susseguirsi di imprevedibili situazioni e serrati colpi di scena, dove una forte vena di umorismo e ironica leggerezza si innestano su colti e illuminanti pensieri filosofici, di cui ciascun spettatore potrà far tesoro per domandarsi dove sta la Verità.

sab 06 Apr

ore 21:15

Modus, Verona
- Salva su Google Calendar

dom 07 Apr

ore 18:00

Modus, Verona
- Salva su Google Calendar

Teatro Impiria di Verona

ALI
(Una strada lastricata di stelle)


commedia fantastica di Andrea Castelletti
tratta dall’opera di Antoine De Saint-Exupery
con Sergio Bonometti e Alida Castelletti
audio e video Renato Zanardo
regia Andrea Castelletti


Un viaggio sulle ali della fantasia, per fuggire dall'ordinario, rimanere per sempre bambini e diventare nascostamente filosofi.
Un viaggio nell’opera e nel pensiero di Antoine De Saint-Exupery, una delle personalità più straordinarie di questo e altri pianeti, un viaggio alla scoperta di sé stessi.
“Ali” non è uno spettacolo per bambini, sebbene la presenza di una bambina in scena e alcune situazioni sulla scena possono far credere. E' uno spettacolo sul tema del rapporto dell'uomo con la società, con l'ambiente, con sè stesso, utilizzando il volo come metafora esistenziale.